Recupero crediti

L’intervento si rende necessario per tutelare il cliente da chiunque ometta di onorare gli impegni di pagamento assunti (fornitura di beni e servizi, cambiali e assegni, riconoscimento di debito) o gli obblighi derivanti dalla legge (es. pagamento di spese condominiali), ed altresì nell’ipotesi in cui il cliente abbia necessità di dilazionare i propri debiti per mancanza di liquidità momentanea.
L’attività di recupero crediti svolta dallo STUDIO LEGALE MARIANI consiste in una preliminare analisi della tipologia del credito vantato e della solvibilità del debitore, anche tramite l’accesso alle principali banche dati di cui può fruire lo studio (Camera di Commercio, Catasto, Conservatorie e PRA).
Successivamente si definiscono le strategie da adottare per il recupero delle somme (azione ordinaria, ricorso per decreto ingiuntivo, atto di precetto) cui seguirà una fase esecutiva (pignoramento mobiliare o immobiliare, pignoramento di conti correnti, di crediti, di quinto dello stipendio o della pensione).

Diritto fallimentare

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre ai propri clienti assistenza e consulenza in materia fallimentare e disciplina delle procedure concorsuali, alla luce del D. Lgs. 12.09.2007 n. 169 (riforma del fallimento).

Le attività svolte dallo studio in tale ambito riguardano specialmente:

  • Redazione e deposito di istanze di fallimento
  • Cause di opposizione a sentenza dichiarativa di fallimento
  • Cause di opposizione a revocatoria fallimentare
  • Insinuazioni nello stato passivo
  • Opposizioni allo stato passivo
  • Procedure concorsuali.

Separazioni e cessazione degli effetti civili del matrimonio

La rottura di un matrimonio, di una convivenza e tutti i problemi riguardanti i figli, necessitano particolare attenzione e sensibilità da parte dell’avvocato, che vadano oltre l’aspetto esclusivamente giuridico. 
Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre ai propri clienti assistenza e consulenza, anche attraverso l’attività di mediazione al fine di giungere – ove possibile - a un accordo sulle condizioni di separazione o di divorzio. La scelta della separazione consensuale, basata sull’accordo dei coniugi, è senza dubbio la via più veloce e meno costosa per risolvere i problemi connessi con la sopravvenuta impossibilità di convivenza. Il tempo medio per ottenere una separazione consensuale varia dai tre ai cinque mesi, a fronte di un periodo molto più lungo (che varia dai due ai tre anni) per addivenire a una separazione di tipo giudiziale (ossia quando non viene raggiunto alcun accordo tra i coniugi). 
Trascorsi poi tre anni dalla separazione è possibile avviare la procedura di cessazione degli effetti civili del matrimonio (cd. "divorzio") che può essere proposta congiuntamente ove sussista accordo tra i coniugi.
I tempi normalmente sono gli stessi suindicati previsti per la separazione.

Le attività svolte dallo studio in tale ambito riguardano:

  • Separazione personale dei coniugi, consensuale o giudiziale
  • Divorzio, congiunto o contenzioso
  • Ricorso per la modifica delle condizioni di separazione e/o di divorzi
  • Affidamento dei figli minori, modifica delle condizioni economiche e di visita
  • Problematiche riguardanti figli naturali, nati cioè da genitori non coniugati
  • Riconoscimento e disconoscimento di paternità

Interdizioni, inabilitazioni e nomina di amministratore di sostegno.

L'interdizione giudiziale è disciplinata dall'art. 414 e seguenti del codice civile che recita: «Il maggiore di età e il minore emancipato, i quali si trovano in condizioni di abituale infermità di mente che li rende incapaci di provvedere ai propri interessi, sono interdetti quando ciò è necessario per assicurare la loro adeguata protezione». Il provvedimento stesso è subordinato alla verifica di un'infermità di mente abituale che comporti un'incapacità di provvedere ai propri interessi. Abituale deve ritenersi pure lo stato di incapacità mentale inframmezzato da momenti di piena capacità di agire: i cosiddetti lucidi intervalli. A seguito dell'interdizione l'incapace non può compiere alcun atto giuridico, né di ordinaria, né di straordinaria amministrazione. La sua posizione è equiparata a quella del minore e, al pari di quest'ultimo, è nominato, dal Giudice tutelare, un soggetto che provveda a rappresentare, e quindi sostituire, l'interdetto nella cura dei suoi interessi: il tutore.

L'inabilitazione è un istituto del diritto civile che esclude parzialmente il soggetto dalla capacità di agire. La differenza rispetto al presupposto dell'interdizione sta solo nella minore gravità dell'infermità, che consente al soggetto di compiere da solo gli atti di ordinaria amministrazione, mentre deve essere assistito da un curatore per gli atti di straordinaria amministrazione. Questo, a differenza del tutore, non è un rappresentante del soggetto, in quanto non lo sostituisce ma lo affianca.
La posizione giuridica dell'inabilitato è identica a quella del minore emancipato.

L'istituto dell'amministrazione di sostegno è previsto dalla L. n. 6 del 9 gennaio 2004 ed ha la finalità di tutelare, con la minore limitazione possibile della capacità di agire, le persone prive, anche solo parzialmente, della necessaria autonomia nello svolgimento delle normali attività della vita quotidiana. Tale istituto disciplinato dagli artt. 404 e ss. del codice civile, è rivolto alle persone che per effetto di una infermità o di una menomazione psicofisica ovvero solo psichica o ancora solo fisica, non possono, anche solo temporaneamente, provvedere ai propri interessi in modo autonomo ed autosufficiente.
Il legislatore ha affidato al giudice tutelare la competenza a decidere in materia di amministrazione di sostegno.
Il giudice tutelare, istituito presso ogni tribunale, provvede con decreto motivato immediatamente esecutivo. Tale decreto è reclamabile presso la Corte di Appello (art. 720 bis comma 2 c.p.c.). La Corte di Appello pronuncia anch'essa decreto avverso il quale può essere proposto ricorso per cassazione.

Risarcimento a seguito di sinistri stradali

Lo STUDIO LEGALE MARIANI presta la propria esperienza e professionalità in favore di chiunque voglia ottenere nel più breve tempo possibile -anche in caso di indennizzo diretto- il risarcimento dei danni subiti in conseguenza di un sinistro stradale sia per i danni al veicolo sia per i danni alla persona che abbiano comportato una invalidità temporanea o permanente. Statisticamente, è stato stimato che chi rimane vittima di un incidente stradale, non essendo in grado di valutare se il risarcimento offerto dall’assicurazione sia o meno congruo, finisce con l’accettare risarcimenti inferiori mediamente del 45% rispetto a quelli che la stessa assicurazione avrebbe pagato qualora fosse intervenuto un avvocato.
E' sempre opportuno rivolgersi a un avvocato esperto in materia per ottenere un risarcimento congruo e comunque superiore rispetto a quello che ottenibile con la trattazione da parte del danneggiato o tramite agenzie di infortunistica stradale che, è bene ricordarlo, non possono offrire direttamente assistenza giudiziale cui non sono legittimate.L'esperienza trentennale acquisita dall'avvocato Sergio Mariani in questo settore, unitamente alla collaborazione di specialisti medico legali altamente qualificati, consente di chiudere la maggior parte dei sinistri sevitando le lungaggini connesse con le azioni giudiziali e senza alcun esborso da parte del cliente per le spese legali.
Lo studio, comunque, in caso di contestazioni da parte dell’assicurazione o di offerta di risarcimento ritenuta non congrua, assicura anche una idonea tutela in giudizio.

Diritto delle locazioni 

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre ai propri clienti consulenza e assistenza per ogni tipo di esigenza in materia di affitti e locazioni, con un servizio puntuale e professionale, aggiornato e competente. La materia in questione è particolarmente delicata ed e frutto di molteplici interpretazioni, anche alla luce delle continue evoluzioni legislative. Proprio per questo è fondamentale rivolgersi a un avvocato con consolidata esperienza in diritto delle locazioni ogni qualvolta sorga una disputa o un semplice dubbio, anche per evitare sgradevoli contenziosi e lungaggini burocratiche.

Le attività svolte dallo studio in tale ambito riguardano specialmente:

  • Consulenza e assistenza alla predisposizione di contratti di locazione ad uso abitativo e commerciale
  • Intimazione di sfratto per finita locazione
  • Intimazioni di sfratto per morosità
  • Azione di recupero dei canoni e delle spese non pagata
  • Assistenza ad ampio raggio in materia di affitti e locazioni.

Contratti

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre a privati e aziende, assistenza e consulenza in merito alla redazione di nuovi contratti e a problematiche inerenti a contratti precedentemente sottoscritti, verificandone i contenuti e la corretta esecuzione degli obblighi in essi previsti. La continua evoluzione dell’apparato normativo rende necessaria l’assistenza di un avvocato specializzato, al fine consigliare al Cliente la soluzione pratica più efficace al proprio problema.

Lo studio fornisce assistenza legale per i seguenti tipi di contratto:

  • Contratti preliminari e definitivi di compravendita
  • Contratti di agenzia
  • Contratti di mediazione
  • Contratti di locazione ad uso abitativo
  • Contratti di locazione ad uso commerciale
  • Contratti di comodato
  • Contratto di prestazione di opera
  • Scritture private in generale
  • Promesse di pagamento e riconoscimento di debito
  • Contratti in genere.

Diritto del lavoro

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre ai propri clienti assistenza e consulenza in merito a problematiche derivanti dal contrasto tra i diritti del lavoratore e le esigenze del datore di lavoro, riguardanti non solo il lavoro subordinato ma anche quello autonomo, come nel caso di controversie concernenti il pagamento delle proprie spettanze.

In particolare lo studio si occupa di:

  • Mancato pagamento dello stipendio e/o del trattamento di fine rapporto per i lavoratori dipendenti
  • Mancato pagamento di parcelle o fatture per i lavoratori autonomi
  • Tutela in caso di licenziamento
  • Tutela in caso di contestazioni disciplinari
  • Mancata regolarizzazione del rapporto di lavoro
  • Demansionamento
  • Insinuazione al passivo del lavoratore in caso di fallimento del datore di lavoro
  • Mobbing
  • Incidenti sul lavoro.

Responsabilità per illeciti informatici

Il crimine informatico può essere generalmente definito come un'attività criminale che coinvolge la struttura della tecnologia di informazione, compreso l'accesso illegale (l'accesso non autorizzato), intercettazione (con mezzi tecnici di trasmissioni non pubbliche di dati informatici verso, da o all'interno di un sistema informatico), interferenze di dati (danneggiamento, cancellazione, deterioramento, alterazione o soppressione di dati informatici), sistemi di interferenza (interferenza con il funzionamento di un sistema informatico mediante l'immissione, trasmissione, danneggiamento, cancellazione, deterioramento, alterazione o soppressione di dati informatici), uso improprio di dispositivi, contraffazione (o furto d'identità) e frodi elettroniche.

Lo studio offre tutela nei casi di:

  • Furto d’identità
  • Reati di violazione della legge sul diritto d’autore
  • Frode Informatica (Truffa su ebay o su altri siti di e-commerce)
  • Frode compiuta con utilizzo di carte di credito o di pagamento
  • Accesso abusivo (sia su terminale che su posta elettronica o altri servizi quali facebook ecc..)
  • Reati di falsificazione di documenti informatici
  • Danneggiamento informatico
  • Diffusione in rete di materiale pedopornografico
  • Ingiurie, molestie e diffamazioni a mezzo di strumenti informatici

Responsabilità medica

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre ai propri clienti assistenza e consulenza in materia di responsabilità medica, a tutela sia del paziente che del medico.
Attività preliminare dello studio è quella di acquisire una relazione medico-legale, necessaria al fine di chiarire se i danni subiti dal paziente siano stati causati dal comportamento del medico che agendo con negligenza, imperizia o imprudenza, gli abbia procurato una lesione.
Una volta ottenuta la detta relazione, lo Studio provvede a inoltrare la richiesta di risarcimento danni direttamente al medico e all’ospedale.
Qualora il danno non venga risarcito dal medico, dall’ospedale o dalla sua assicurazione, che normalmente copre tali responsabilità, si procederà immediatamente alla fase giudiziale.
Ai fini di un più veloce risarcimento del danno lo studio si avvale - ove possibile - del ricorso per rccertamento tecnico preventivo, che dà l’opportunità di definire la lite in maniera relativamente rapida rispetto ai lunghi tempi di una ordinaria procedura giudiziale.

Diritto condominiale

Lo STUDIO LEGALE MARIANI offre con la massima serietà e professionalità consulenza e assistenza ad amministratori di condominio e ai singoli condomini che ritengono leso un proprio diritto relativo a questioni condominiali.

In particolare lo studio si occupa di:

  • Collaborazioni con amministratori per consulenze
  • Diffide di pagamento ed eventuali azioni giudiziarie per il recupero di rate condominiali non pagate
  • Consulenza e assistenza nella gestione e nella tutela delle parti comuni, anche in caso di cattiva esecuzione di lavori effettuati da terzi
  • Interpretazione del regolamento condominiale
  • Assistenza giudiziaria in generale, anche mediante accertamenti tecnici preventivi e ricorsi in via cautelare d’urgenza ex art. 700 c.p.c.
  • Ipugnazione di delibere assembleari
  • Valutazione dell’operato di amministratori sulla gestione del condominio ed eventuali azioni di responsabilità nei confronti di ex amministratori per “mala gestione”.
© 2016 - Studio Legale Mariani - Via Leopardi, 7 - Erba (CO) - Tel. e Fax 031-64.19.48 - P.Iva 03495980132 - IBAN IT87U0344051270000000209000